Paradigmi tedesco online dating

Rated 4.22/5 based on 817 customer reviews

I punti principali sono: un aumento dei frequentatori, in particolare minori e utilizzatori di video-game; una diminuzione della proporzione di prese in carico collegate al consumo di cannabis; una conferma della difficoltà a raggiungere i giovani forti consumatori di alcol e le donne.A cura di Roberto Decidue, Romeo Brambilla, Fatti e cifre sulle dipendenze da sostanze e comportamenti in Piemonte. 5-63 Il presente è il secondo numero monografico della rivista dedicato alla riduzione del danno nel trattamento delle dipendenze.Quali sono i criteri per determinare che alcuni comportamenti sono dipendenze?Che cosa comportano tali differenze in termini di trattamento efficace?I materiali elencati sono disponibili presso la Biblioteca del Centro Studi, Documentazione e Ricerche del Gruppo Abele, negli orari e nelle modalità previste dal regolamento della Biblioteca.L’elenco proposto non esaurisce quanto posseduto in biblioteca sul tema in oggetto.Sono presenti anche pubblicazioni scaricabili on line o in PDF. 15-211 Nato dal costante impegno di studio e ricerca dell’Osservatorio delle Dipendenze dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, il volume si interroga sul senso e sulle possibilità di un nuovo sistema dei servizi di intervento per le dipendenze (vecchie e nuove) nell’odierna web society. 1-4 Si tratta di una pubblicazione dell’OFDT (Osservatorio francese sulle droghe e le tossicodipendenze).Per quanto riguarda la dipendenza da cibo si veda la bibliografia sui Disturbi alimentali., a. Nelle due sezioni (saggi, esperienze) gli autori (medici, sociologi, giuristi, psicologi) analizzano da diverse angolazioni un ampio ventaglio di temi e possibili soluzioni, tra i quali: – i gruppi di auto-mutuo-aiuto come terapia del gioco d’azzardo; – la dipendenza da Internet; -la valutazione di alcuni modelli di intervento nel gambling. [et al.], The evolution of population attending youth addiction outpatient clinic (CJC’s) 2014-2015, in , n. L’articolo espone i risultati di un’indagine volta a osservare l’evoluzione della popolazione che frequenta gli ambulatori in seguito a una campagna d’informazione pubblica condotta nel 2015 contro il consumo di sostanze e le dipendenze comportamentali.

82Il rapporto si articola nelle parti seguenti: Quadro di sintesi; Espad: consumi nella popolazione studentesca; Dipartimenti per le dipendenze: soggetti trattati; Carcere; Decessi per overdose; Ricoveri per abuso e dipendenze da sostanze; Dipartimenti per le dipendenze: personale; Enti accreditati e comunità pubbliche. al.], Riduzione del danno: ambiti, servizi e prospettive, in , a. Oltre all’editoriale di Paolo Jarre (primario del Dipartimento delle dipendenze ASL3 della Regione Piemonte), segnaliamo, tra gli altri, i seguenti contributi: “Il gioco responsabile: principi generali e requisiti di minima” di Alex Blaszczynski e altri; “Sex work, sex addiction e riduzione del danno” di P. Anneke Bühler, Johannes Thrul, Prevention of addictive behaviours.La rassegna è ampia nelle sue considerazioni e riguarda non solo il tema dell’abuso di droghe, ma anche di alcol e tabacco, come pure le dipendenze comportamentali come il gioco d’azzardo problematico.Tra più di 5000 risultati di ricerca sono stati selezionati 64 studi, incluse 17 meta-analisi e 38 rassegne sistematiche.Nel suo insieme, il volume vuole fornire elementi innovativi ed indicazioni utili a chi si occupa di prevenzione, per dar vita a progetti che non siano più incentrati su singole problematiche, ma capaci di orientarsi sugli stili di vita complessivamente intesi della popolazione cui sono rivolti.Collocazione Biblioteca: 17342 A cura di Maria Vittoria Crolle Santi, Giancarlo Pintus, La relazione assoluta.

Leave a Reply